domenica 29 novembre 2009

Dolce di mele casalingo

Questa si che è una ricetta vecchio stampo... l'ho scovata in un libricino che tenevo in casa in cui vengono ben spiegate e fotografate ricette di dolci molto semplici, le classiche ricette della nonna... che ne so... la torta di mele, il ciambellone...
Questa merita davvero, si tratta di un dolce molto alto (7-8 cm) e bello morbido e umido, come tutte le torte di mele dovrebbero essere...
Ingredienti:
1 kg di mele renette (io non posso farci niente ma preferisco le golden)
200g di farina
120g di zucchero
4 uova
1/2 bustina di lievito
1 bustina di vanillina
100 g di burro
buccia di 1/2 limone
latte q.b.
Procedimento:
Montare il burro con lo zucchero fino a formare una bella crema, aggiungere 1 ad 1 i tuorli delle 4 uova, la buccia di limone, la farina, la vanillina ed il lievito sciolto nel latte. Aggiungere gli albumi montati a neve ben ferma e mescolare dall'alto verso il basso per non smontarli.
Versare il tutto in uno stampo a cerniera del diametro di 22 cm foderato di carta da forno, inserire le mele tagliate a spicchietti, circa 8 per ogni mela, in senso verticale. Infornare per 50 minuti in forno preriscaldato a 180°.

lunedì 23 novembre 2009

Bocconcini di pollo allo zafferano


Natale ormai è molto vicino, solo 1 mesetto... tant'è che ho deciso di tentare un pochetto di dieta!! e poi negli ultimi periodi stavo mangiando troppi dolci, e soprattutto troppa cioccolata... mancanza di affetto?? eh purtroppo con qualcosa ci si dovrà pur consolare... però insomma non si può nemmeno esagerare... Allora eccomi qui a prepararmi questo gustosissimo polletto... very easy! Io l'ho accompagnato con riso basmati, il mio preferito :-)
Ingredienti:
400g di petto di pollo
2 spicchi d'aglio
1 bustina di zafferano
peperoncino
pepe
Procedimento:
Ridurre il petto di pollo a cubetti, farlo marinare per una ventina di minuti con olio, pepe, peperoncino e l'aglio tritato. Rosolarlo in una padella calda, quando ha cambiato colore aggiungere una tazza di brodo e lo zafferano. Lasciar cuocere per una decina di minuti. Servire con riso o cous cous.

giovedì 19 novembre 2009

Sformato di melanzane

L'avevo già detto che adoro le melanzane???
Forse si, non ricordo.... comunque devo dire che era già da un pò di tempo che desideravo preparare una torta di melanzane... si lo so nulla di speciale, ma che ci posso fare se non le avevo mai cucinate in questo modo??? che pazza che sono stata, adesso la propinerò a tutti almeno 1 volta a settimana!
Io ho utilizzato le melanzane scure, ma con quelle viola deve essere ancora più buona!!
Ingredienti:
3 melanzane
3 pomodori maturi
4 uova
5 cucchiai di pangrattato
4 cucchiai di parmigiano
6 foglie di basilico
3 cucchiai di olio evo
prezzemolo
peperoncino
pepe
sale
Preparazione:
Tagliare le melanzane a cubetti ed immergerle in acqua salata per 20 minuti, cambiandola un paio di volte, tagliare i pomodori anch'essi a cubetti e metterli in un colino.
Mescolare le uova con il pane il formaggio il basilico, pepe, sale, peperoncino e prezzemolo; aggiungervi i pomodori e le melanzane ben scolate; mescolare delicatamente.
Posizionare il tutto in una teglia foderata di carta da forno.
Spolverare il tutto con dell'altro pane grattugiato, condire con un filo d'olio e infornare a 180° per circa 50 minuti.
Mangiata tiepida è molto buona, ma fredda lo è ancora di più. Per questo credo sia l'ideale per una cena a buffet tra amici.
Ovvio se le melanzane ed i pomodori vengono ripassati in padella con olio e aglio prima di infornare, lo sformato sarà ancora più saporito... dipende tutto dal tempo che si ha a disposizione.


lunedì 9 novembre 2009

Buon 1° compleanno blogghino mio!!!l

Mamma mia come vola il tempo... è già passato un anno dal giorno in cui ho scritto il mio primo post su questo blog che tanto avevo desiderato...
Devo dire che quest'anno di tempo e di testa per dedicarmici al meglio ne ho avuti pochi.... ma il risultato non è poi così malvagio vero? E per migliorare c'è sempre tempo...
Ho pensato molto a come festeggiare la ricorrenza, a che super ricetta proporvi... e alla fine ho deciso di non pubblicare la ricetta di alcun manicaretto, ma solo ricordare questo giorno per un evento molto speciale che è avvenuto 20 anni fa a Berlino: la caduta del muro!!!
non voglio aggiungere altro, non vorrei dire banalità, soprattutto in questi giorni se ne sente parlare in ogni dove che davvero è già stato detto molto. Aggiungo solo queste foto, a volte le immagini fanno riflettere più di mille parole...
Allora che dire: buon anniversario a tutti!!!
Baci

"Mirate in alto, calciate lontano: se andate a caccia di stelle può darsi che non le troviate, ma non tornerete con un pugno di fango". (Gibran)

sabato 31 ottobre 2009

Pere in cesto croccante

Buon halloween a tuttiiii!!!!
Questa ovviamente non è la ricetta più azzeccata per codesta ricorrenza, ma per la festa di questa sera ho appena preparato una ricetta che ho già postato: il cheese-cake e dunque non sto qui a riproporvelo... Voi direte: che ci incastra il cheese-cake con halloween? Ed io rispondo: bah...dato che halloween è una festa tipica degli stati uniti... più di tanto questo dolce non dovrebbe stonare, vero?
E poi la Pumpkin Pie la prepara già una amica... comunque se il risultato mi soddisferà prossimamente la testerò pure io , anche se devo dire la zucca non mi esalta poi più di tanto!!!
Questa tortina di pere invece l'ho preparata qualche giorno fa per una cenetta tra amiche, e devo dire che è anche poco calorica (chiodo fisso il mio eh...)dato che di burro ce n'è solo qualche fiocchetto sulle pere...
Ingredienti:
5 grosse pere mature
cannella a piacere
80g zucchero
Per la base:
180g di farina 00
30g di zucchero
1 uovo
1 tuorlo
1 cucchiaino di lievito
latte q.b.
Procedimento:
Impastate bene sul tavolo la farina, 30g di zucchero, l'uovo intero ed il tuorlo, il latte necessario ed il lievito. Stendere la pasta con il matterello, foderatene una teglia imburrata e infarinata. Sbucciate le pere e tagliatele a fette; stendetele a raggiera sulla pasta, cospargetele con i 100g di zucchero, la cannella e qualche fiocchetto di burro.
Mettere in forno a 180° per 30 minuti circa.



mercoledì 21 ottobre 2009

L'Hummus

Antipasto super veloce e super buono della tradizione libanese... super veloce perchè io ho utilizzato i ceci in scatola... eh furbacchiona che sono, del resto oggi il tempo è stato quel che è stato...
Comunque era un sacco che volevo prepararlo e ho approfittato di stasera che era il compleanno del mio babbo:(AUGURIIIII BABBOOOOOO)e devo dire che mi è riuscito davvero molto ma molto bene.... hanno gradito tutti!!
Ingredienti:
240g ceci in scatola
3 cucchiai olio evo
2 cucchiai succo limone
1 cucchiaio sesamo
1 aglio
prezzemolo q.b.
paprica
Procedimento:
Tostare il sesamo in una padella antiaderente, farlo freddare e pestarlo nel mortaio sino a trasformarlo in una pastina (io ho fatto questo non avendo a disposizione la tahina). Ho fatto cuocere i ceci nella loro acqua nel microonde per 5 o 6 minuti, dato che quelli comprati già cotti in realtà a me risultano sempre un pò crudetti...
Li ho lasciati raffreddare. Ho aggiunto il sesamo pestato, il limone, l'olio, l'aglio ed il prezzemolo ed ho frullato il tutto con il frullatore ad immersione, aggiungendo acqua di cottura dei ceci sino a raggiungere una bella consistenza cremosa; infine ho spolverato il tutto con un pò di paprika piccante e servito con del pane arabo scaldato in forno per alcuni minuti.

mercoledì 14 ottobre 2009

La zuppetta di mais piccante


Mmmm purtroppo sta arrivando il fresco anche qui da me... anche se ieri passeggiando lungomare ho visto diverse persone ancora in costume che si godevano le ultime ultimissime giornate di mare....
L'altra sera, ho così colto l'occasione per prepararmi una zuppetta ghiottissima, che avevo provato anni fà in un ristorante messicano.... la mitica zuppa di mais piccante!!
Facilissima e velocissima.....
Ingredienti:
1 scalogno
peperoncino
i scatola di mais precotto
brodo vegetale
Preparazione:
Rosolare lo scalogno in olio caldo, aggiungere il peperoncino. Versare il mais e lasciarlo tostare per qualche minuto. Versare il brodo vegetale, coprire e far cuocere per circa mezz'ora.
Al termine della cottura ho tolto con la schiumarola un pò di mais, che ho riaggiunto successivamente, dopo aver frullato il tutto sin0 a formare una bella cremina. La densità della zuppa è a nostro piacimento, si può decidere di volta in volta aggiungendo più o meno brodo in cottura.

giovedì 1 ottobre 2009

La miascia



Tra me e la miascia è stato subito amore... l'ho assaggiata per la prima volta a Pasqua, in una vacanzina a Mantova... e da quel momento ho desiderato subito (o quasi subito...) tornare a casa per poterla riprodurre; devo dire che sono stata fortunata ed al primo tentativo ho trovato una ricetta soddisfacente!! Spesso quando mi avanza del pane la preparo.
Mi spiace per la foto che lascia un pò a desiderare, ma una macchinetta fotografica decente è uno degli acquisti che devo assolutamente fare... o per lo meno che mi propongo sempre di fare, e non so per quale strambo motivo non faccio mai!
La miascia è un dolce povero, fatto con ingredienti semplici e sani.
Ingredienti:
400g pane raffermo
1/2 litro di latte, o quanto sufficiente per coprirlo
2 uova
scorza di 1 limone grattugiata
3 mele
3 pere
1/2 bicchiere di uvetta
1 presa di sale
3 cucchiai di farina bianca
1 cucchiaio di farina gialla
150g di zucchero
1 rametto di rosmarino
qualche fiocco di burro per guarnire
Procedimento:
Ammollare il pane tagliato a cubetti nel latte tiepido, quando si è ben imbevuto triturarlo un poco con le mani, e, non appena raffreddato, aggiungere le uova, lo zucchero, il sale, la farina, le uvette precedentemente ammollate nel rum, la scorza del limone e la frutta tagliata a fettine sottili.
Versare in una teglia imburrata o ricoperta con carta da forno; guarnire con fiocchetti di burro e con il rosmarino.
Infornare a 180° per un'oretta.

lunedì 28 settembre 2009

Blog SWEET blog

Finalmenteeee.... eccomi tornata ad aggiornare il mio blogghino...
Lo so, lo so sono imperdonabile... ma che dire questa è stata un'estate da dimenticare, per davvero!!! Non me ne è andata bene una... il mio morale è a pezzi...
Dunque per farla breve, da sostenitrice convinta quale sono dei super-poteri curativi del cibo eccomi tornata alle sane e vecchie abitudini. Ricettina dopo ricettina, sono convinta che tornerò come nuova, pronta a voltare pagina!!
In effetti quella che propongo oggi è una ricettuzza proprio terra terra, ma del resto un pochino di riscaldamento ci vuole, in questo periodo , con grande gioia del mio girovita, padelle e fornelli mi hanno intrattenuta ben poco!!! *-) !!!

Penne al pomodoro fresco, sesamo e.... pesce finto!!!
(si, anche a me fa un pò tristezza chiamare il surimi: pesce finto, ma mi fa pure ridere...e allora visto il clima un pò sul depresso andante degli ultimi giorni...)


Ingredienti:
80g pasta integrale
4 bastoncini di surimi
2 pomodori
5 fogliette di basilico
olio evo
salsa di soia
Procedimento:
Scongelare il surimi e sbollentarlo per un paio di minuti; farlo freddare. Aggiungere il pesce ad una insalata di pomodori ben conditi ed al basilico. Spruzzare un poco di salsa di soia.
Tostare a parte il sesamo in una padella antiaderente, aggiungerlo alla pasta scolata al dente e già condita con gli altri ingredienti.
Buon appetito

lunedì 29 giugno 2009

Tartare di tonno e salmone.... il giorno dopo!!!

Che fare quando dopo una piacevole cena con gli amici avanza una poco di tartare di pesce?
Ovviamente utilizzarla il giorno seguente per organizzare un'altra piacevole cenetta... 
Di sicuro la mia intenzione non era quella di gettarla via, ma neppure di consumarla ancora cruda, non si sa mai...   da qui l'idea di saltarla in padella con  l'aggiunta di qualche ingrediente.
Ingredienti:
1 filetto di tonno
1 filetto di salmone
senape q.b.
peperoncino q.b.
carota
sedano
pomodorini 
aglio
olio
salsa di soia
sesamo
Procedimento:
Prendere i filetti di pesce e ridurli in bocconcini molto piccoli, ridurre le carote ed il sedano in quadratini finissimi, mescolare il tutto aggiungendo senape, olio, pepe, peperoncino e salsa di soia. Lasciar riposare. Tostare il sesamo in una padella antiaderente per qualche minuto, e mettere da parte.
Soffriggere uno spicchio di aglio con del peperoncino in padella, aggiungere i pomodorini freschi, ridotti a quadratini, e versare la tartare di pesce.  Mescolare ogni tanto per pochissimi minuti, se piace aggiungere ancora un filo di salsa di soia e spegnere il fuoco.
Servire ricoperta col sesamo tostato, a piacere.


martedì 23 giugno 2009

Cheese-cake newyorkese



Quale dessert migliore per festeggiare il mio ritorno sul blog se non un bel cheesecake  versione originale newyorkese???
In realtà questa prelibatezza l'ho preparata in onore di mio fratello e della sua fidanzata, i quali sono venuti a trovarci direttamente da Munchen con due belle confezioni di quark da mezzo kg ciascuna....  mmmhhh mmmhhh
Così cerca che ti ricerca in rete, ho scovato la ricettina di un cheese cake pubblicata da una ragazza che ha vissuto a New York diversi anni, e che l'aveva imparata da una collega di lavoro autoctona... 
Bando alle ciance... procedo con la spiegazione, che ne vale veramente la pena...
Ingredienti:
per la base:
340g biscotti digestive
100g burro fuso
1/2 cucchiaino di cannella
per il cheese cake filling:
1kg quark o philadelphia
3 uova
120g di zucchero
1 pizzico di sale
240g panna acida
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di limone
1 cucchiaio di aroma di vaniglia
per la salsa di fragole:
1kg di fragole
4 cucchiai di zucchero
succo di limone
Procedimento:
Ridurre a polvere i biscotti, aggiungere la cannella ed il burro fuso. Rivestire una teglia di cm 24 di diametro con carta da forno, adagiarvi il composto di biscotti e burro e premere bene; riporre in frigo sino al raffreddamento.
Mescolare il formaggio fresco con lo zucchero, le uova ed il pizzico di sale. Versare tale composto nella teglia e riporre in forno a 180° per 45 minuti, e comunque sino a che non annerrisca la superficie del dolce.
Far raffreddare un poco il dolce e versarvi sopra la panna acida a cui si era aggiunto l'aroma di vaniglia, lo zucchero ed il succo di limone. Riporre il dolce in forno preriscaldato a 100° per 15 minuti circa. Far raffreddare il cheese-cake  e riporlo in frigorifero fino a 10 minuti prima di servirlo.
Per la salsa di accompagnamento ho tagliato le fragole le ho messe a macerare in una ciotola con lo zucchero ed il limone; poi le go frullate per pochi secondi per creare una sorta di crema.
Diciamo che è più difficile a dirsi che a farsi...  ed il risultato è veramente similissimo all'originale assaggiato più e più volte negli stati uniti...
P.S.: il mio quark era magro e nonostante ciò il mio cheese-cake era super buono!!!   

giovedì 16 aprile 2009

Penne integrali al curry con zucchine e asparagi... senza pretese

senza pretese... o forse meglio: Very very DIET....!!!
Tempo fa curiosando nel blog di Adrenalina , mi sono imbattuta in un post molto interessante... sembra quasi che mi abbia letto nel pensiero... 
Per fortuna non sono sempre l'unica fissata con le ricettine leggere... la mia è quasi una deformazione professionale: cerco sempre una variante light a quasi tutte le ricette super caloriche che mi appresto a preparare...  
Quello di oggi è un piatto super semplice, ma che dà soddisfazioni ad una povera ragazza che cerca, con enorme difficoltà, di seguire la sua dieta... 
Ingredienti per una persona:
85g pasta integrale
2 zucchine
3 o 4 asparagi
curry a piacere
Procedimento:
Portare ad ebollizione l'acqua, salarla ed aggiungere il curry; dal momento che io adoro i piatti molto speziati ho abbondato. Buttare le penne e le verdure tagliate a pezzetti contemporaneamente. Scolare a cottura ultimata e condire con olio e.v.o. e un pochino di pepe. 

martedì 14 aprile 2009

Pastiera napoletana ...ritardataria


In questi giorni di festa non ho avuto un minutino per pubblicare questa ricetta... ed è stato davvero un peccato perchè era davvero una torta squisita.
Comunque chi lo dice che la Pastiera debba essere preparata esclusivamente per i giorni di Pasqua? ...anzi è un'impresa addirittura da escludersi: ho infatti trovato una grandissima difficoltà nel reperire gli ingredienti (cedro candito e acqua di fiori d'arancio)... una vera mania collettiva da pastiera...
Questo è stato il mio primo tentativo di preparazione, e a mio giudizio devo dire riuscito benone...  modesta come al solito...!!
Ingredienti per 1 teglia da 26 cm:
per la pasta frolla:
400g farina 00
200g burro
150g zucchero
2 uova
sale q.b.
per la farcia:
350g ricotta
250g zucchero
3 uova
1 tuorlo
3 fialette acqua di fiori d'arancia
250g grano per dolci precotto
300g latte
60g burro
100g cedro candito
scorza arancia non trattata
1 pizzico di cannella
2 bustine di vanillina
Procedimento:
Mettere il grano, il latte, il burro, il sale e la scorza d'arancia in un pentolino, far bollire a fuoco basso per qualche minuto, sino a formare una crema. Lasciar raffreddare.
Mescolare in un recipiente la ricotta con lo zucchero, la cannella, la vanillina, l'acqua di fiori d'arancia le uova ed il tuorlo, il cedro candito; aggiungere la crema di grano.
Preparare la frolla e farla riposare in frigo per circa 30 minuti.
Prendere 2/3 della frolla e stenderla sopra un foglio di carta da forno sino a raggiungere lo spessore di 3 o 4 millimetri. Prendere il tutto e rivestire uno stampo a cerniera  del diametro di 26 cm; versarvi la farcitura a base di ricotta. Con la frolla restante guarnire la torta come se si trattasse di una normale crostata.
Infornare per un'ora a 180°.

giovedì 9 aprile 2009

Terremoto in Abruzzo

Non ci sono parole per descrivere ciò che è successo in Abruzzo. 
Io non riesco neppure ad immaginarlo, tanto è il terrore di poter perdere in quel modo parenti e amici...  il lavoro...  perdere la propria casa...  Quanta forza ci vuole per ricominciare tutto da capo...
Speriamo che il grande interesse che sta dimostrando l'Italia intera nei confronti della popolazione abruzzese non vada scemando nel giro di pochi mesi, e che tutte queste persone non vengano abbandonate a loro stesse...
Cerchiamo tutti di dare un contributo a queste persone, anche piccolo... un giorno potremo anche noi avere bisogno di un aiuto

domenica 5 aprile 2009

Signor Polpettone...

"Signor polpettone, venite avanti, non vi peritate; voglio presentare anche voi ai miei lettori.
Lo so che siete modesto ed umile perché, veduta la vostra origine, vi sapete da meno di tutti gli altri; ma fatevi coraggio e non dubitate che con qualche parola detta in vostro favore troverete qualcuno che vorrà assaggiarvi e che vi farà forse anche buon viso."
Così l'Artusi presenta il polpettone nel suo famosissimo: La scienza in cucina e l'arte del mangiar bene. 
Premetto comunque che la mia ricetta non ha nulla a che vedere con quella dell'Artusi; per carità tanto di cappello, ci mancherebbe... ma è troppo elaborata per i miei gusti, troppi soffritti e soffrittini, i quali, nonostante tutta la mia buona volontà non riesco proprio a digerire felicemente...
Ingredienti:
800g carne di manzo
500g patate lesse
5 cucchiai di piselli 
3 carote
100g spinaci
1 cipolla
2 uova
3 cucchiai parmigiano
pepe
peperoncino
noce moscate 
cannella
prezzemolo tritato
sale
Procedimento:
Ho lessato separatamente le verdure in acqua salata, e ho lasciato freddare.
Ho schiacciato le patate, le ho mescolate alla carne, insieme alle uova, al parmigiano ed alle spezie. Ho aggiunto le verdure ed ho continuato ad impastare. Infine ho formato 5 piccoli polpettoni, li ho adagiati in una teglia ricoperta di carta da forno e cotti a 180° per 1 ora e 10 minuti.
Davvero molto molto buono.. ...

venerdì 3 aprile 2009

Pseudo polpette ikea style

Povere pseudo polpettine... La foto effettivamente non rende loro giustizia... in realtà non è un problema di polpette poco fotogeniche, bensì di pessimo fotografo... (che poi sarei io...  del resto con un cellulare di meglio non potevo fare!)
Direi di cominciare spiegando perchè definisco pseudo le mie polpettine: "Da che mondo e mondo una polpetta che si rispetti è preparata mixando diversi ingredienti, oltre alla carne (se si tratta di polpette di carne) si può aggiungere: pane o patate, aglio o cipolla, uova, formaggio, e chi più ne ha più ne metta...
Le mie polpettine invece sono povere povere, per prepararle ho utilizzato soltanto 2 hamburger di tacchino aromatizzati al rosmarino, pangrattato, curcuma, pepe e peperoncino.
Procedimento:
Ho formato delle palline con la carne della dimensione di una noce, poi le ho passata nel pangrattato a cui avevo aggiunto 2 cucchiaini di curcuma (l'adoro..), pepe e  peperoncino macinato.  Terminato  ciò le ho adagiate sulla placca del forno ricoperta dell'apposita carta e le ho fatte cuocere a 180° per una ventina di minuti circa. Buonissime...
Domani però preparo le polpette, quelle vere...

 

lunedì 30 marzo 2009

Cantuccini toscani... dolcissimo ritorno



Finalmente ce l'ho fatta.. dopo un'assenza di oltre un mese, ritorno in pista... del resto non potevo lasciare il mio blogghino senza neppure una ricetta marzaiola...
Certo questo mese è volato, anche se di cose ne ho fatte tante... persino una bella vacanzina da mio fratello, a Monaco, per visitare la sua nuova casetta... 
Da oggi però si ricomincia il tran tran quotidiano, ma la cosa devo dire non mi dispiace affatto...
E così ecco la mia ricettina , un classico dei dolci toscani, in particolare di Prato.
Devo dire che come primo tentativo è stato del tutto riuscito, e il fatto che in pochi minuti tutta la infornata di biscottini pomeridiana, sia stata spolverizzata dai miei commensali (anche il mio contributo è stato rilevante) ne è la prova...
Forse l'unica modifica che apporterei a questi biscottini è quella di ridurre un pochetto lo zucchero, ma è un giudizio del tutto personale... in quanto non amante dei sapori troppo dolci...
Ingredienti:
350g farina 00
350g zucchero
200g mandorle intere
3 uova
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale
1/2 bustina di lievito per dolci
Procedimento:
Tostare le mandorle in forno caldo per qualche minuto (questa è una variante che ho aggiunto io perchè adoro il sapore mandorle tostate).
Mescolare la farina con lo zucchero, la vanillina ed il sale; aggiungere le uova ed il lievito e mescolare il tutto per qualche minuto. Aggiungere le mandorle raffreddate.
Formare dei filoncini di circa 2 cm di larghezza, spennellarli con dell'uovo sbattuto ed infornarli per 15 minuti a 180°.
Estrarli dal forno e tagliarli obliquamente. Rimettere nel forno i biscotti così formati per altri 5-10 minuti.
E' quasi scontato dire che vanno serviti con del Vin Santo.


lunedì 16 febbraio 2009

Melette speziate al forno

Che bello oggi è il compleanno della mia mamma, auguriiii!!!! In realtà lo abbiamo festeggiato tutti insieme ieri per pranzo, ma poi, dato che per far festa non ci tiriamo mai indietro, abbiamo fatto il bis pure stasera... io in realtà avevo un menù differente, dato che mi vergognavo un pò a trasgredire la dieta già al primo giorno...  Così ho preparato un dessert leggero che ho potuto mangiare pure io, ovviamente nella versione senza frutta secca e gelato. 
Però devo dire che mi ha dato comunque parecchia soddisfazione.

Ingredienti:
melette golden
uva sultanina
rhum
pinoli
noci
cannella
zenzero
chiodi di garofano in polvere
Procedimento:
Lavare le mele, togliere il torsolo. Ammollare l'uvetta nel rhum, aggiungere le spezie, a piacere...(a me piacciono molto speziate, quindi esagero sempre), infine i pinoli e i gherigli delle noci.
Riempire l'incavo delle mele con la frutta secca ed infornare per una mezz'ora o quaranta minuti.
Servire tiepide con gelato alla vaniglia.

giovedì 12 febbraio 2009

Uova con melanzane al pomodoro


Eccomi qua con una ricettina semplice semplice che mi ricorda tanto la mia infanzia... si perché mia nonna mi cucinava spesso le uova al pomodoro, e nonostante fosse un piatto piuttosto banale, ero sempre felice e contenta... 
Così oggi sbirciando nel frigorifero, ho avuto un'illuminazione...   "mamma mia Chiara, ma da quanti anni è che non ti mangi un ovetto al pomodoro?" (A dire il vero non ricordo neppure da quanto tempo non mangiassi uova in generale... mmmmhhh boh???) cosicché mi sono data da fare, (ripeto: ben poco essendo questo un piatto davvero poco impegnativo!!) e mi sono cucinata le uova al pomodoro, versione rivisitata... :che ci potevo fare, mi sono trovata tra le mani una bella melanzanina, e non ho resistito...
Ingredienti:
uova
melanzane
pomodori
cipolla
passata di pomodoro
peperoncino
pepe
Procedimento:
Ho rosolato le cipolle con un poco di olio, io ne ho usato praticamente... niente,  perchè praticamente le ho lessate, causa dieta, ho aggiunto dei pomodorini maturi, il peperoncino, e ho versato le melanzane ridotte a cubetti... Ho lasciato andare per qualche minuto poi ho aggiunto la passata di pomodoro e ho fatto cuocere per una decina di minuti.
Ho infine versato le uova e riposizionato il coperchio. La cottura è solo una questione di gusti, a seconda che si  preferisca il tuorlo più o meno rappreso... ma del resto chi non adora inzuppare il pane nell'uovo, foss'anche al tegamino...? 

giovedì 5 febbraio 2009

Minestra di ceci

E oggi minestra di ceci!!!
Io li adoro, cucinatemeli pure in tutti i modi possibili ed immaginabili ed io non resisterò... giammai!
Mah... anche se in effetti la cosa, a base di ceci, che in assoluto preferisco è la Calda Calda!!!
Che cos'è la Calda Calda?
Una delle cose più golose, a mio giudizio, che esistano sulla faccia della terra. Il termine calda calda, è dialettale, si usa esclusivamente dalle mie parti, per definire la cecina, alias farinata. Che benedizione divina, e poi qui da noi viene fatta davvero in un modo speciale... si vabbè... è sempre così ... dite voi, ma io ne sono certa: dopo tutto l'ho assaggiata a Lucca, Livorno, a La Spezia, a Genova... ma non cè paragone rispetto alla nostra...
Per essere davvero sinceri anche quella del Montino a Pisa è sublime!
Scherzo, la differenza la fa il singolo Pizzaiolo, anche qui da me, ci sono pizzerie in cui la fanno più o meno bene (anche se, a onor del vero, la qualità media è alta)(mmhhh forse hanno un pochino ragione quando dicono che voglio avere sempre l'ultima parola su tutto? bahh).
Ritornando alla mia minestra di oggi, devo dire che l'ho preparata in un modo molto semplice ed il meno elaborato possibile... dal momennto che anche questo pomeriggio sono in casa a studiare, e meno calorie assume e meglio è...
Avevo visto infatti alcune ricette in sui si facevano soffriggere i ceci con la cipolla, ma per i motivi di cui sopra, le ho scartate.
Ingredienti(x 2 persone):
200g ceci secchi
1 aglio
1 carota
1 costina di sedano
brodo
salvia
rosmarino
sale
pepe
olio al peperoncino
Procedimento:
Ho fatto prima cuocere i ceci da soli in acqua senza sale, per una quarantina di minuti, poi ho aggiunto l'aglio, la carota, il sedano, salvia, rosmarino, sale e pepe ed ho fatto andare per ancora una ventina di minuti.
Ho passato il tutto con il frullatore ad immersione, per praticità.
Se dovesse rimanere troppo liquida, lasciarla ritirare sul fuoco.
A me piace con abbondante pepe nero ed un pizzico di curry.


martedì 3 febbraio 2009

Merluzzo al cartoccio


Stasera cenetta leggera leggera: filetti di merluzzo al cartoccio, preparati a quattro mani nonostante la facilità della ricetta... ma almeno io e la mamma  abbiamo chiacchierato un pò del più e del meno...
A lei è toccato l'ingrato compito di sfilettare il pesce (cosa che mi sta proprio antipatica), ed io ho tagliato le cipolle, non so cosa sia meglio in effetti..
Ingredienti:
8 Filetti di merluzzo
2 cipolle rosse
2 agli
1 pomodoro
capperi
olive toscane
origano
olio e-v. o.
sale
Procedimento:
Sflilettare il merluzzo, posizionarlo su carta argentata, con un pò di cipolle, qualche pezzettino di aglio, il pomodoro a fette, i capperi, l'origano e le olive. Un filo d'olio e un pò di sale.
Cuocere in forno a 180° per 20 minuti.

lunedì 2 febbraio 2009

Baccalà con cipolle


Eccomi qui, un'altra settimana è cominciata ed il primo mese del 2009 sfumato via...
Chissà perchè io comincio sempre la settimana prefissandomi tanti buoni propositi... (forse perchè tutte le sante volte non ne seguo mai uno...!!!!) e probabilmente adesso ve ne parlo perchè mi dà l'idea che mettere tutto per iscritto  mi costringa ad essere un pò più di parola... vedremo!!!
Oggi posto una ricettina di pesce: mamma mia, stavo un pò esagerando ultimamente con i post sui dolci, infatti cozzano un pochetto con i miei buonissimi propositi in fatto di dieta!!!
Per pranzo mi sono preparata un filetto di baccalà con le cipolle. La ricetta perfetta avrebbe incluso anche le patate, ma ho evitato, sapendo che avrei passato il pomeriggio seduta alla scrivania...
Il baccalà aveva passato gli ultimi 2 o 3 giorni, non ricordo, in ammollo, in acqua sempre pulita. L'ho preso l'ho spellato e l'ho messo in una pentola in cui stavano bollendo le cipolle. Non ho aggiunto sale. Ho rifatto bollire il tutto per circa cinque minuti, non di più altrimenti diventa stopposo; l'ho scolato e condito con olio e pepe. Buono buono, e poi questo pesce è ricco di buone qualità... 
Ne è avanzato un pochino, chissà domani che bel condimento per la pasta mi inventerò... :-) :-)

domenica 1 febbraio 2009

Ciambellone allo yogurt con ripieno di mele e prugne



Che brutta domenica, il tempo è orribile, metti il naso fuori dalla finestra e ti passa la voglia di fare qualsiasi cosa: pioviggina e  fa un pò freddo, e, come se non bastasse ho appena visto le previsioni della settimana e sono bruttissime, pioggia tutti i giorni....   buhhhh......
Ciò sta a significare un ulteriore blocco dei lavori sulla nostra terrazza....  che peccato!!!
Mi viene quasi da piangere... non vedo l'ora che sia finita la nostra benedetta casina...
e non vedo l'ora di impossessarmi della mia bellissima cucina... dopo tre mesi (o forse più,  ho rimosso) per sceglierla lo credo bene...!
Che pazienza che ci vuole... 
Vabbè... vabbè vabbè....  dunque che fare oggi per tenermi un pò occupata se non un dolce super light allo yogurt???
Alla fine non ho resistito e l'ho già assaggiato... è pure buono, certo è il tipico dolce da colazione o da merenda... ma del resto l'orario è giusto quello... 
Ora però mi dedicherò alla lettura... dai forse alla fin fine una domenica un pò rilassante mi ci voileva proprio... 
Ingredienti:
3 vasetti di farina 
3 uova
2 vasetti  di zucchero
2 vasetti di yogurt
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito
1 manciata di prugne secche
1 mela gialla grande
scorza grattugiata di mezzo limone bio
Procedimento:
Montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere a poco a poco la farina e lo yogurt, la vanillina, la scorzetta di limone,  i tuorli montati a neve ben ferma, ed il lievito.
Prendere le prugne ed farle  a pezzettini, infarinarle leggermente.
Stendere metà impasto nella tortiera versare sopra le prugne e continuare versando l'impasto rimanente. Infine posizionare a raggiera le fette sottili della mela.
Infornare per 30 minuti a 180°.
Il profumo è davvero delizioso.